Cosa fare quando si verifica una morte

Cosa fare quando si verifica una morte

Cosa fare in caso di decesso di un congiunto bisogna essere sicuri ed avere la certezza che la persona sia realmente deceduta, non basta l’assenza del respiro o la ricerca del battito cardiaco per stabilire che una persona sia deceduta, quando si verifica il decesso a casa di una persona, ecco cosa fare:

Decesso in casa

Se una persona muore in casa, per morte naturale, in seguito a malattia, il familiare può chiamare il medico di famiglia per la constatazione del decesso.          

In caso di “sospetto di morte” il familiare, valutata la situazione, chiama il 118 o il Medico di famiglia o la guardia medica.

I familiari accertato il decesso

Possono rivolgersi a una impresa di onoranze funebri che darà tutte le informazioni relative alla documentazione necessaria, alla fornitura funeraria, al trasporto, alla sepoltura.

Se il soggetto è deceduto per morte naturale

La salma rimane a domicilio, tranne nel caso in cui il medico ritenga opportuno, per motivi igienico-ambientali, trasportare la salma in obitorio o camera mortuaria (dell’ospedale o del cimitero).

In caso di morte violenta

Avvenuta in casa, è necessario dare comunicazione subito dell’accaduto alle forze dell’ordine telefonicamente ai numeri 112 o 113 per i rilievi del caso sarà la magistratura a disporre l’eventuale rimozione della salma.

Decesso in ospedale

Nel caso di decesso in ospedale, la salma, rimane circa due ore presso il reparto in cui era ricoverata, da qui viene portata nella camera mortuaria dell’obitorio ospedaliero, fino al giorno del trasporto e delle onoranze funebri.
I familiari devono rivolgersi a una impresa di onoranze funebri, che si occuperà di tutto quanto necessario per procedere al funerale.
I familiari, i parenti, amici, possono fare visita alla salma nelle sale della camera mortuaria dell’obitorio dell’Ospedale negli orari previsti.

Decesso sul luogo di lavoro e in luoghi pubblici

Il decesso avvenuto sul luogo di lavoro o in strada può rientrare tra le morti violente o le morti improvvise.
Se la morte avviene sul luogo di lavoro, sarà l’autorità giudiziaria ad autorizzare la rimozione della salma, se invece il decesso si verifica in seguito a malore, sarà il medico legale che constata il decesso e sarà l’autorità giudiziaria ad autorizzare la rimozione della salma e disporre la rimozione della salma.

In caso di decesso in luoghi pubblici

Dopo la constatazione della morte, si procede al trasporto in camera mortuaria o affidamento in abitazione, se si tratta di morte violenta, è necessario l’intervento delle forze dell’ordine e il nulla osta del magistrato per la rimozione della salma.

Pompe Funebri Trinca Nunzio – Gruppo Funerario – Aurora Assistance – Aderenti – Sicof Consorzio Onoranze Funebri Regione Sicilia.

Quando si verifica la morte di una figura significativa un genitore, un figlio, un fratello, un parente è difficile accettare.

Source: New feed

Leave a Reply